Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
ECONOMIA Scuola di Economia e Management

Candidarsi al Programma Erasmus+ per Studio

  • Risposte a tutti i dubbi sul programma Erasmus+ per Studio (FAQ)

 

1. Quando e come si può presentare la candidatura al programma Erasmus+?

Si presenta la candidatura solo durante l’apertura del bando ed esclusivamente tramite procedura online collegandosi al seguente link https://ammissioni.unifi.it e entrando nel sistema con la propria matricola e password.

Per per qualsiasi difficoltà di carattere tecnico, utilizzare le funzionalità previste dall’applicativo alla voce “richiedi assistenza” oppure:

- telefonare all’Area Servizi alla Didattica/Mobilità Internazionale tel 055 2757636/7632/7682 nei giorni di martedì e giovedì ore 10-12;

- recarsi presso l’Area Servizi alla Didattica/Mobilità Internazionale – Piazza San Marco, 4 – 50121 Firenze nei giorni di lunedì, mercoledì, venerdì ore 9-13; 

 

2. Quali sono i REQUISITI DI BASE per l’ammissione al Bando Erasmus+ per Studio?

- essere regolarmente iscritti a tempo pieno per l’a.a. in corso e iscriversi a tempo pieno anche all'anno successivo all'emanazione del bando (i laureandi di Triennale possono presentare la domanda, laurearsi, immatricolarsi alla Magistrale e partire, purché tutto avvenga in continuità e non ci sia interruzione nel pagamento delle tasse universitarie)

- conoscere la lingua della sede ospitante

- possono partecipare anche coloro che hanno già partecipato all’Erasmus per studio all’interno del programma LLP/Erasmus o Erasmus+, per un massimo di 12 mesi di Erasmus (sia per studio che per tirocinio) per ogni ciclo di studio (12 mesi in Triennale + 12 mesi in Magistrale + 12 mesi in Dottorato)

- NON possono candidarsi gli iscritti ai corsi singoli

 

2.1 QUALI SONO I CRITERI DI SELEZIONE?

I tre elementi che concorrono al calcolo del punteggio riferito alla carriera sono: 

• la regolarità negli studi (per un max di 35 punti);

• il profitto (per un max di 35 punti);

le conoscenze linguistiche (per un max di 15 punti)
Per ciascuna lingua saranno attribuiti:
- punti 10 per attestazione di conoscenza uguale al C2
- punti 9 per attestazione di conoscenza uguale al C1
- punti 7 per attestazione di conoscenza uguale al B2
- punti 5 per attestazione di conoscenza uguale al B1
- punti 2 per attestazione di conoscenza uguale al A2
- punti 1 per attestazione di conoscenza uguale al A1

 

2.2 Quali sono i CERTIFICATI LINGUISTICI necessari per dimostrare la propria conoscenza?

 - superamento di un esame universitario verbalizzato e/o registrato in carriera

oppure

- superamento del TEST presso il Centro Linguistico di Ateneo (CLA) 

oppure

- superamento di uno dei seguenti test

Coloro che non hanno un certificato di lingua idoneo sono tenuti ad iscriversi presso il Centro Linguistico di Ateneo (www.cla.unifi.it) per prenotare un test in una data utile entro la scadenza del Bando. E' possibile fare presente agli incaricati della prenotazione che il test serve per la candidatura per la mobilità Erasmus in modo da facilitare la prenotazione stessa.

N.B. SE LA CERTITICAZIONE DI CUI LO STUDENTE E' IN POSSESSO NON E' TRA QUELLE A SCELTA DEL MENU' A TENDINA DEL SISTEMA, SELEZIONARE "ALTRO".

SI RICORDA CHE SONO PREVISTE SANZIONI PER DICHIARAZIONI FALSE O MENDACI (D.P.R. 445/2000). Verranno effettuate delle verifiche a campione.

 

2.2 Bisogna presentare certificati linguistici per TUTTE le lingue usate presso la sede straniera per cui ci si candida?

E' possibile candidarsi anche per una sola delle due lingue usate dalla sede straniera scelta, ma è necessario VERIFICARE attentamente i requisiti di accesso per gli studenti Erasmus pubblicati sul sito della sede straniera. Si consiglia di verificare questa informazione con la massima attenzione!

 

3. A quanti Bandi di mobilità ci si può candidare?

Se contemporaneamente al bando Erasmus è aperto anche il bando per le sedi Extra-Europee oppure per Erasmus per Traineeship, è consentito presentare domanda anche per tutti e tre ed effettuare tutti e tre i periodi di mobilità, non contemporaneamente ma effettuando almeno due/tre giorni di pausa tra l'uno e l'altro.

 

4. Si può fare l’Erasmus solo per la RICERCA TESI?

Gli studenti interessati alla sola ricerca tesi con soggiorno di minimo 3 mesi sono invitati a rivolgersi al Servizio Relazioni Internazionali, in quanto quasi nessuna sede straniera, accetta studenti che non si iscrivano a corsi semestrali per l'ottenimento di almeno 25/30 ECTS. 

 

5. Quante sedi è possibile scegliere?

Ogni studente può candidarsi per non più di CINQUE sedi straniere in totale, e deve redigere il learning agreement obbligatoriamente solo per la prima. Si consiglia vivamente di verificare la presenza di esami compatibili con il proprio percorso per TUTTE le sedi scelte.

Per l'elenco delle sedi con cui la Scuola di Economia e Management ha un accordo Erasmus+ clicca qui

 

 6. Come si sceglie la sede Erasmus più idonea e gli esami da sostenere all'estero?

In primo luogo la scelta deve orientarsi verso una sede in cui si utilizzi una lingua straniera che si conosce già a un buon livello ovvero pari o superiore a un B1/B2. Sono molte le università straniere al di fuori del Regno Unito che offrono corsi in lingua inglese e che non richiedono la conoscenza della lingua locale, ad esempio in Olanda, Francia, Germania, Austria, Svezia, Finlandia, Repubblica Ceca, Belgio, Lituania, Lettonia, Polonia, Ungheria.

In secondo luogo è necessario verificare il codice ISCED dell’area disciplinare in cui è possibile fare l’Erasmus. Infatti lo studente sarà accolto dalla sede straniera a prescindere dal corso di studio a cui è iscritto a Firenze, ma potrà seguire i corsi quasi esclusivamente (con piccole eccezioni non accertabili prima della partenza) nell’area disciplinare del flusso.

La lista completa dei codici ISCED si trova qui.

Per ricerca codice ISCED cliccare qui.

Gli isced più comuni sono:

041 Business and Administration

0311 Economics

0312/316 International Relations

 

ATTENZIONE: questo non significa che chi è iscritto a Economia Aziendale deve andare obbligatoriamente nelle sedi con codice 041, significa che la sede straniera offre quasi esclusivamente corsi di quell'area, che tutti gli studenti Erasmus possono frequentare a prescindere dal proprio corso di studio.

In terzo luogo è necessario verificare le informazioni delle Università straniere visitando i loro siti internet (in particolare la pagina con le informazioni dedicate agli studenti Erasmus Incoming) dove potrebbero esserci regole o restrizioni alla scelta degli esami per gli studenti in visita, e successivamente consultare la loro offerta formativa. Una volta raccolte le informazioni si dovrà poi verificare se e quali corsi offerti in una determinata università e possono essere inseriti all'interno del proprio piano di studi.

Presso l'Ufficio Relazioni Internazionali della Scuola di Economia e Management è stato predisposto del materiale in consultazione per orientare gli studenti nella scelta delle sedi straniere. 


6.1 E' possibile andare per un solo semestre in una sede che offre flussi da 10 mesi?

Certamente! I MESI presenti nei FLUSSI sono meramente indicativi di un periodo massimo, quindi è necessario verificare le vere date di inizio e fine del semestre sul sito della sede straniera. Ad esempio in Francia molti "semestri" durano poco più di 3 mesi (da settembre a dicembre esami compresi).

Possono partire per i flussi annuali solo gli studenti della triennale che partono a settembre.

  

6.2 E' possibile scegliere una sede di livello diverso?

Gli studenti di laurea triennale possono candidarsi esclusivamente per il I livello, offerto da quasi tutte le sedi. Gli studenti di Magistrale possono candidarsi per il II livello per le sedi che lo offrono; possono altresì candidarsi per le sedi che offrono solo il I livello ma dovranno seguire, in questo caso, corsi di livello bachelor's, optando per quelli del 3 o 4 anno, previa consultazione del proprio Delegato per l'approvazione del Learning Agreement.

Il sistema Turul indica con il livello alla voce "Tipologia".

 

7. Bisogna compilare anche il LEARNING AGREEMENT?

Sì, come indicato nel bando è obbligatorio compilare anche il Learning Agreement con gli esami “provvisori” che si vorrebbero fare almeno per la prima sede scelta.

 

8. Quali esami non si possono sostenere durante l’Erasmus?

Non si possono sostenere gli esami fondamentali e/o di base (generalmente gli esami del 1 anno di Triennale) e gli esami di diritto italiano. Lista degli esami vietati (PDF).

Per ricevere consigli su quali esami scegliere è possibile consultare il proprio DELEGATO all'APPROVAZIONE del Learning Agreement: LISTA DELEGATI

 

9. Cosa vuol dire ECTS?

Nei paesi partecipanti al programma Erasmus generalmente il numero di crediti di ogni corso è espresso in ECTS (European Credit Transfer System) dove 1 ECTS equivale a 1 CFU. 1 ECTS infatti vale 25 ore di lavoro totale, divise tra 8 o 10 ore di lezione e il resto per il lavoro individuale.

 

10. Come si può stabilire se un esame straniero può essere riconosciuto nel piano di studi?

La regola più importante da sapere è che tutti gli esami concordati con il proprio delegato Erasmus, saranno poi riconosciuti. Quindi consigliamo di fare sempre riferimento a lui per la scelta degli esami.

Ogni esame che si sostiene nella Università straniera dovrà avere numero pari o superiore di crediti rispetto a quello italiano, ed essere più o meno simile nei contenuti. 

Per le sedi che offrono corsi con crediti molto diversi dai nostri è possibile fare delle compensazioni di crediti a patto che i contenuti siano comunque simili e che il numero totale dei crediti sia poi uguale.

Esempio:

- Ci sono paesi come la Svezia in cui gli esami sono tutti da 7.5 Ects/Cfu:

4 esami da 7.5 ciascuno = 30 Crediti, che possono diventare 5 esami da 6, o 2 da 6 + 2 da 9

- Ci sono paesi come l’Inghilterra dove gli esami sono tutti da 5 o da 10 Ects/Cfu:

6 esami da 5 crediti, possono diventare 5 esami da 6, o 2 da 6 + 2 da 9.

1 esame da 5 + 1 esame da 10 = 15, quindi possono diventare 1 esame da 6 e 1 da 9

- Ci sono paesi come la Spagna in cui ci sono solo esami da 6:

3 esami da 6 = 18 Cfu possono diventare 2 esami da 9.

 

Questo calcolo è illustrato a puro titolo esemplificativo e l’effettiva conferma del riconoscimento degli esami proposti sarà poi data dal Delegato Erasmus del proprio Corso di Studio.

Se la compensazione di esami è invece impossibile, è possibile fare delle integrazioni al rientro:

Esempio: si possono fare 6 Cfu all’estero e fare un’integrazione da 3 Cfu al rientro.

 

ATTEZIONE: anche se viene fatta un'integrazione a Firenze (con relativo voto) l'esame sarà interamente verbalizzato come sostenuto all'estero se la parte estera è preponderante rispetto la parte italiana o viceversa.

 

10.1 Esiste un massimo o un minimo di CFU che si possono sostenere durante l'Erasmus?

Il minimo richiesto da parte dell'Università di Firenze per ottenere la borsa di studio è 1 CFU riconosciuto, ma nella sede straniera può esistere un minimo diverso (almeno in fase di partenza), e l'università può decidere di NON ammettere studenti che presentano un Learning Agreement con numero di crediti inferiore a un tot (18, 25, 30 Cfu per semestre).

Da parte di tutte le sedi il massimo di crediti a semestre è sempre pari a 30 Cfu. Sono possibili piccole eccezioni, da concordare con il delegato Erasmus.

ATTENZIONE: agli studenti di LAUREA MAGISTRALE generalmente NON è concesso sostenere all'estero più di 30 Cfu pari a un semestre all'estero.
Per maggiori informazioni è necessario prendere contatti con il proprio delegato Erasmus.

 
ultimo aggiornamento: 12-Mar-2019
Unifi Home Page

Inizio pagina